In caso di parto prematuro, vale a dire quando la nascita si verifica entro i 2 mesi antecedenti alla data presunta del parto, il periodo del congedo di maternità rimane fissato entro i 5 mesi.

In caso di parto fortemente prematuro, vale a dire quando la nascita si verifica prima dei 2 mesi antecedenti alla data presunta del parto, i giorni non goduti prima del parto si aggiungono al periodo di congedo di maternità dopo il parto, anche quando la somma dei periodi (prima e dopo il parto) supera il limite di 5 mesi (in concreto, il calcolo da effettuarsi è “tre mesi + due mesi + i giorni che intercorrono tra la data del parto fortemente prematuro e la data prevista di inizio del congedo obbligatorio”).