Si tratta duna prestazione previdenziale a carico dello Stato, concessa ed erogata direttamente dall’INPS.

Spetta a tutte le madri lavoratrici, anche precarie, ma per poter richiedere l’assegno deve dimostrare di aver versato almeno 3 mesi di contribuzione per maternità in un periodo di mesi che va da 18 a 9 antecedenti il momento del parto oppure, nel caso di adozione, dell’effettivo ingresso in famiglia del bambino.

Tra i requisiti necessari per ottenere l’assegno non bisogna avere un ISEE superiore a 16.954,95 euro.